giovedì 20 agosto 2009

Il lungomare di Skeppsholmen

La ragazza conosciuta ieri era quella della tua vita? o lo sará la donna che si sveglierá con te domattina? domande importanti solo finché non te le poni.

Capita che te ne stai sdraiato sul prato nel sole tardo estivo, sul verde mischiato col marrone delle prime foglie giá cadute. Poi ti spiegano che quelle foglie cascano perché attaccate ad esse ci sono i semi, i frutti che gli alberi fanno cadere a terra per riprodursi. Peró per te rimangono foglie morte ormai, e il senso di autunno e il vento fresco che non ti fa sembrare il sole d'agosto e le ombre piú lunghe di quelle che di solito misuravi con lo sguardo.

Non é la donna della mia vita ma la vorrei conoscere. Idea buona a partire dalla fine della sua formulazione.

Niente é per caso e la natura si adatta a se stessa.

Non ha il fascino della signora che passeggiava sul lungomare di Skeppsholmen, ma ha degli occhi piú brillanti della bionda stesa sul prato al sole di stamane, piú carisma di quella che invece era bravissima a letto, meno talento di come necessiterei, gambe lunghe quanto basta.

Capita che il rumore ti distragga e privi la musica che ascolti della tua preziosa attenzione. Preziosa per entrambi perché dá loro vita.
Capita poi che capisci, oppure capita che tu stia giá andando e non ti serva la sensazione di aver capito.

Allora non ci pensi neanche
e il prossimo giorno é giá concepito insieme a lei.

1 commento:

Emma ha detto...

semplicemente bellissima....
Geniale il mescolarsi del corsivo e non corsivo...
COmplimenti!

 
Locations of visitors to this page